Professionista
Paese
ILLUMINAZIONE UV-C

ILLUMINAZIONE UV-C

LA TECNOLOGIA DELLA LUCE PER IL COVID-19

Grazie alle sue proprietà disinfettanti, la luce UV-C è un vero tuttofare. Le lampade UV-C possono essere utilizzate per disinfettare l'acqua, l'aria e le superfici. Ma mentre l'uso di tali lampade è stato finora limitato a poche industrie, la domanda è esplosa in tutti i settori di tutto il mondo dallo scoppio della pandemia COVID-19. Scopri di più sulle caratteristiche uniche che hanno improvvisamente posto la tecnologia UV-C sotto i riflettori globali.

L'EFFETTO DELLA LUCE UV-C: INTRODUZIONE

In quanto forma di radiazione elettromagnetica, la luce ha sempre una certa lunghezza d'onda. Rispetto alla luce visibile, la radiazione ultravioletta, in breve la radiazione UV, ha una lunghezza d'onda notevolmente inferiore. A seconda del tipo di luce UV, questa è compresa tra 10 e 400 nanometri. La luce UV è suddivisa in quattro intervalli in base alla sua lunghezza d'onda:

  • Luce UV-A: la luce UV-A ha una lunghezza d'onda compresa tra 315 e 400 nanometri. La luce può causare la fluorescenza di alcune sostanze. Grazie a ciò, le lampade UV-A hanno una lunga tradizione nel settore dell'intrattenimento, ma vengono utilizzate anche in medicina legale, ad esempio per contrassegnare le banconote. Le lampade UV-A possono essere prodotte in modo semplice ed economico.
  • Luce UV-B: la luce UV-B possiede una lunghezza d'onda compresa tra 280 e 315 nanometri. Le lampade che emettono luce in questa gamma sono molto apprezzate in particolare dagli amanti dell'abbronzatura. Le lampade UV-B imbruniscono la pelle umana e sono quindi utilizzate nei centri di abbronzatura.
  • Luce UV-C: la luce con una lunghezza d'onda compresa tra 100 e 280 nanometri è classificata come luce UV-C. La luce UV-C ha una caratteristica eccezionale: poiché la luce UV-C non si trova naturalmente sulla Terra, è in grado di uccidere batteri e virus, con l'effetto più forte contro gli agenti patogeni che si verificano a 265 nanometri. La luce UV-C causa notevoli danni al DNA ai microrganismi, che alla fine portano alla decontaminazione dei corrispondenti agenti patogeni. Le lampade a vapori di mercurio sono attualmente considerate la sorgente di radiazioni UV-C più efficace.
  • Luce UV estrema: la luce UV estrema con una lunghezza d'onda compresa tra 10 e 100 nanometri viene utilizzata principalmente nella produzione, ad esempio nella produzione di chip.

Lo spettro elettromagnetico

I VANTAGGI DELL'UTILIZZO DELLA LUCE UV-C PER LA DISINFEZIONE

Luce UV-C: ecologica ed efficiente

Rispetto ad altri metodi di disinfezione, la luce UV-C presenta numerosi vantaggi:

  • La luce UV-C non richiede sostanze chimiche e composti tossici
  • Gli agenti patogeni non sono in grado di formare resistenza alla radiazione UV-C
  • La radiazione rende gli agenti patogeni innocui in pochi secondi
  • La breve durata del trattamento non modifica le proprietà di un prodotto
  • La luce UV-C non lascia residui o scolorimento sulle superfici
  • L'ozono non viene prodotto nell'intervallo corrispondente superiore a 240 nanometri

Per questi motivi, la radiazione UV-C è stata utilizzata per decenni in alcuni settori come la disinfezione dei medicinali o degli imballaggi alimentari (ad esempio vasetti di yogurt) come soluzione disinfettante pulita.

Dottore e bambino

LUCE PER LA DISINFEZIONE

TECNOLOGIA UV-C: IL NOSTRO ASSO NELLA LOTTA CONTRO IL COVID-19

Fino a poco tempo fa, l'utilizzo delle lampade UV-C era ancora molto limitato. Oltre alle applicazioni mediche, la luce UV-C è stata utilizzata principalmente nell'industria alimentare, nonché per la pulizia di piscine, acquari e acque reflue. Tuttavia, con la diffusione del COVID-19, la richiesta di luce UV-C è aumentata. Anche nelle aree in cui le applicazioni UV-C sono state nella migliore delle ipotesi una nicchia molto piccola, ora c'è una maggiore domanda.

TECNOLOGIA UV-C PER LA DISINFEZIONE DI OSPEDALI E ALTRI USI

Di seguito sono riportati solo alcuni esempi degli usi correlati alla pandemia della radiazione UV-C.

Ospedali

OSPEDALI

La radiazione UV-C è in grado di disattivare le alte cariche virali di SAR-CoV-2 e quindi renderle innocue. * La soluzione che utilizza la tecnologia UV-C per decontaminare rapidamente le apparecchiature mediche negli ospedali riduce significativamente il rischio di infezione, ad esempio attraverso la contaminazione incrociata.

Aviazone

AVIAZIONE

In un aereo, il rischio di infezione dalle particelle aero disperse più fini, note come aerosol, è considerato particolarmente elevato. Disinfettare regolarmente l'aria riduce il rischio di infezione.

Uffici

UFFICI

In molti settori, lavorare da casa può essere solo temporaneo. La radiazione UV-C gioca un ruolo importante per un ambiente di lavoro privo di virus. Oltre alla disinfezione delle superfici, le lampade per la disinfezione dell'aria sono fondamentali in ufficio per prevenire la diffusione del Coronavirus attraverso l'impianto di condizionamento.

Spazi pubblici

SPAZI PUBBLICI

Il rischio di infezione è particolarmente alto ovunque si riuniscano gruppi di persone. Notevoli esempi sono i corrimani delle scale mobili e le maniglie dei carrelli della spesa. Nel corso della pandemia Corona, le lampade UV-C possono e saranno utilizzate ovunque siano necessarie per prevenire il contatto o la diffusione per via aerea di COVID-19.

* Ciò è stato recentemente dimostrato da un promettente studio del PD Dr. Adalbert Krawczyk e del Dr. Christiane Heilingloh della Facoltà di Medicina dell'Università di Duisburg-Essen (Universität Duisburg-Essen - UDE) presso la Clinica di Infettivologia (Direttore Prof. Oliver Witzke) del Centro Medico Universitario di Essen (Universitätsmedizin Essen).

LAMPADE UV-C DI LEDVANCE

NON SOLO LUCE

T8 UV-C

UV-C T8

Le lampade UV-C T8:

  • Non producono ozono durante la disinfezione
  • Sono compatibili con CCG e ECG
  • Possono essere installate su un attacco G13 standard
  • Durano il 20% in più rispetto ai prodotti comparabili della concorrenza (10.800 ore / L70B50)

Le lampade T8 UV-C sono disponibili in tre lunghezze: 440 millimetri (15 watt / 25 watt), 900 millimetri (30 watt / 55 watt) e 1.200 millimetri (36 watt / 75 watt).

Linear Housing UVC Sensor

Linear Housing UV-C Sensor

Il Linear Housing UV-C Sensor ha:

  • Un kit di sicurezza con sensore IR: ritardo di 30 secondi all'avvio, la lampada si spegne non appena vengono rilevate persone
  • Un ECG integrato di lunga durata, compatibile con LEDVANCE UV-C T8
  • Un raggio di rilevamento fino a 150 mq (a seconda dell'altezza dell'installazione)
  • Un rivestimento anti-UV su portalampada, viti e parti in plastica

Il Linear Housing UV-C Sensor è disponibile in due lunghezze: 440 millimetri (18 watt) e 900 millimetri (33 watt).

PERCHÉ SCEGLIERE LEDVANCE UV-C?

Siamo uno dei due produttori di illuminazione a livello globale con uffici in più di 50 paesi e centri di ricerca e sviluppo a Boston, Shenzhen e Garching/Munich

Leader del settore nella tecnologia di lampade scarica a bassa pressione da decenni, deteniamo più di 50 brevetti in questo campo a livello globale

Produttore di lampade UV-C T8 con una comprovata esperienza: lo stabilimento LEDVANCE di Smolensk / Russia produce in serie lampade UV-C dal 2012

 

Centro di ricerca dedicato sulla "luce per la salute e il benessere umano", recentemente premiato da VDE per la nostra tecnologia BIOLUX

Gli standard più elevati per la qualità e la sicurezza del prodotto. Ad esempio: tutti i siti certificati ISO 9001 e 14001; i rapporti CB di terze parti sono parte integrante del nostro processo di qualificazione

USA CORRETTAMENTE LE LAMPADE UV-C E SEGUI LE ISTRUZIONI DI SICUREZZA

I dispositivi di disinfezione UV-C non devono essere utilizzati direttamente sul corpo in quanto possono danneggiare la pelle e gli occhi. Per questo motivo è necessario osservare alcune istruzioni di sicurezza durante l'uso:

  • Le lampade UV-C devono essere dirette solo sulla superficie da disinfettare. È essenziale evitare le radiazioni sulla pelle o sugli occhi.
  • Gli utenti devono essere protetti dall'esposizione alla luce UV-C. L'uso della luce UV-C in ambienti chiusi è quindi consigliato solo quando non ci sono persone nella stanza.
  • La lampada UV-C deve essere spenta immediatamente dopo la disinfezione.

Si raccomanda di seguire con attenzione le informazioni sulla confezione e nel libretto di istruzioni allegato.

Condividi la pagina sui social media